Al Vinitaly un talk show dedicato a Marsala. Al suo Vino doc e al nuovo Museo John Woodhouse presentato dal sindaco Grillo. Il 12 Maggio l’inaugurazione a Palazzo Fici

Il terroir Marsala protagonista al Vinitaly di Verona con un talk show nella sala meeting della Regione Siciliana. A fare gli onori di casa il sindaco Massimo Grillo, il presidente e il vicepresidente del Consorzio Tutela Vino marsala Doc - Benedetto Renda e Roberto Magnisi - il consigliere della Strada del Vino Stefano Caruso e il Master of Wine Pietro Russo. Dopo l'illustrazione dei segreti e dell’adattabilità del vino marsala - seguita dalla degustazione di un Vergine e di un Superiore - è stato presentato il Museo del Vino di Marsala intitolato a John Woodhouse, che avrà anche una sala dedicata a Marisa Leo, donna del vino vittima di femminicidio. Nel corso del suo intervento, il sindaco Grillo ha tracciato le caratteristiche del nuovo “contenitore multimediale e sensoriale, un luogo unico dove passato e futuro della tradizione enologica si incontrano”. Ed ha aggiunto: “Il Museo, in prospettiva, svilupperà un sistema di marketing territoriale che avrà nella cultura del vino il suo filo conduttore. Allestito nel suggestivo e storico Palazzo Fici, il Museo offre una narrazione coinvolgente del territorio attraverso percorsi tematici che emozioneranno il visitatore, suscitandone curiosità olfattive e intellettuali. Non a caso il Museo contiene alcune aule didattiche, nonché una sala degustazione che potrà essere utilizzata dalle Aziende, sul cui contributo - in termini di competenze - contiamo per mantenere viva l'affascinante storytelling che Marsala esprime”. Il sindaco Grillo ha così concluso: “L'apertura del Museo trova una città con tanti progetti di sviluppo in corso e che, in più, punta a promuovere il territorio sotto un duplice aspetto. Innazitutto quello formativo, con l'Università di Palermo che riavvia a Marsala il Corso di Viticoltura ed Enologia nell'ambito di un'offerta didattica di più ampio respiro. L'altro fronte è quello dell'economia circolare, con Marsala protagonista nel riuso anche nel settore del vetro, simboleggiato da una bottiglia riciclata contenente vino biologico. Anch'essa troverà spazio nel nuovo sito museale che verrà inaugurato il prossimo 12 maggio”. Al Vinitaly 2024, pertanto, il vino Marsala e la sua città riaffermano il loro valore nel panorama enoturistico internazionale, mostrando grandi capacità di adattarsi alle tendenze del mercato globale senza mai perdere di vista le proprie radici. Alessandro Tarantino

0
142