Quinto k.o. consecutivo del Mazara. Al “Nino Vaccara” i canarini cadono al cospetto della Pro Favara, seconda forza del campionato, che calano il poker. Di seguito la cronaca del match e il tabellino:

Primo tempo: Buona partenza della formazione canarina, che al 4’ ci prova con Pongo, blocca in due tempi Scuffia. Risposta ospite con un esterno di Lupo sugli sviluppi di un corner, palla sul fondo. Al 19’, sinistro di Ficarrotta su punizione, palla sul fondo di poco. Tre minuti dopo, Mazara vicino al vantaggio: buco difensivo favarese, palla per Gomes Nobre che a tu per tu con Scuffia manda di un soffio a lato. Dall’altra parte, Favara pericoloso sugli sviluppi di una punizione battuta da Ficarrotta, Balistreri ci prova da distanza ravvicinata ma Venè si oppone con un grande intervento. Al 26’, ancora Mazara pericoloso, Bojang mette in mezzo da sinistra, incornata di Kasabala e palla di poco a lato. È il momento migliore della formazione canarina, che produce ma non riesce a centrare la porta. Dall’altra parte Venè blocca un colpo di testa debole di Balistreri. Al 44’, però, ospiti in vantaggio: da un calcio d’angolo a sfavore, il Favara riparte in maniera letale: Lucarelli serve Balistreri che allarga per Caternicchia il quale a tu per tu con Venè non sbaglia. Il Mazara prova la reazione ma si va al riposo sullo 0-1. Secondo tempo: Nessun cambio in avvio di ripresa e dopo tre minuti il Favara raddoppia: Ficarrotta fugge a sinistra e mette in mezzo, Balistreri è tutto solo e di testa deve solo appoggiare per lo 0-2. I canarini cercano di reagire, ma il sinistro di Gomes Nobre è ribattuto dalla difesa ospite. La formazione di Catalano trova spazi e si rende pericolosa in due occasioni con Lucarelli che prima manda di poco a lato e poi, su assist di Ficarrotta, colpisce il palo esterno. Al 64’ ecco il tris favarese con Ficarrotta che parte sul filo del fuorigioco, entra in area e scarta il portiere per lo 0-3. La reazione canarina è in un calcio di punizione dalla distanza di Ciancimino che finisce alto. Al 77’ il poker della Pro Favara con l’ennesima ripartenza fulminante: Ficarrotta trova Lucarelli che calcia col sinistro trovando il palo interno e la palla si insacca. Nel finale il Mazara prova a limitare il passivo con i tentativi di Risoleo e Perron, ma chiude bene tutti i varchi la difesa della Pro Favara che tiene la porta inviolata. Il tabellino Mazara: Venè (81’ Giacalone), Sfar (81’ Novara), Zingi Mbala (70’ Peterson), Diaby, Risoleo, Ciancimino, Pongo (73’ Kabalo), Bojang, Kasabala, Gomes Nobre, Ndiaye (56’ Perron). A disp.: Pizzolato, Danso, Marino, Asaro. All. Marino. Pro Favara: Scuffia, Di Bella (75’ Rizzo), Vizzini (75’ Bertella), Bossa, Marino, Bontempo (66’ Noto), Caternicchia (66’ Erbini), Lupo, Balistreri, Ficarrotta (84’ Cammilleri), Lucarelli. A disp.: Sansone, Limblici, Miano, La Piana. All. Catalano. Arbitro: Roberto Patrizio della sezione di Palermo Assistenti: Marcello Francesco Termini (Palermo) e Gaspare Piranio (Palermo) Marcatori: 44’ Caternicchia, 48’ Balistreri, 64’ Ficarrotta, 77’ Lucarelli Note: Ammoniti: Risoleo (M), La Piana (PF), Ndiaye (M), Caternicchia (PF), Pongo (M). Ammonito per proteste il tecnico del Mazara Marino. Recupero: pt 1’, st 1’.

0
177