MARSALA ALLA BIT. L’AMMINISTRAZIONE GRILLO HA PRESENTATO LA PROGRAMMAZIONE 2024. INIZIATIVE ANCHE CON I COMUNI DI ERICE, ASSISI E LE ISOLE EGADI

“Marsala ha una certificazione di qualità che, storicamente, risale ai tempi di Cicerone che la definiva una città con un fascino senza pari. Una città che mette assieme elementi storici, culturali, naturalistici, enogastronomici… per proporre un territorio unico che il visitatore può conoscere e vivere tutto l'anno. In più, all'antica Lilibeo - crocevia dei popoli nel Mediterraneo - si affianca la moderna Marsala, con la sua apertura all'economia circolare, alla sostenibilità e al rispetto dell'ambiente. Qualità ricercate dai turisti italiani e stranieri, e che incidono nella scelta di una meta vacanziera. Per il 2024, Marsala - che ha sfogliato una delle più belle pagine della storia risorgimentale - unisce al valore dell'Unità d'Italia quello dell'Unità dei popoli europei, nel segno della Pace duratura e senza guerre. Sarà questo il tema di Luci dal Mediterraneo, il filo conduttore degli eventi 2024”. Lo ha affermato il sindaco Massimo Grillo alla BIT di Milano, nel corso del talk dedicato a Marsala e in cui è stata presentata la programmazione turistica lunga un anno. Sugli aspetti legati al trend e all’appeal turistico di Marsala - nonché sugli eventi che si svolgeranno nel territorio comunale - sono invece intervenuti gli assessori Salvatore Agate e Ignazio Bilardello. Il primo, con delega al turismo, si è soffermato sul “trend turistico in crescita nei diversi periodi dell'anno e non soltanto nella stagione prettamente, con iniziative promozionali che vogliono coinvolgere sempre più gli operatori del settore, alcuni dei quali presenti nel nostro spazio espositivo, offrendo di pari passo trasporti e punti informativi efficienti”. Nel prendere la parola, l'assessore Bilardello - con delega ai Grandi Eventi - ha sottolineato che “la programmazione coniuga aspetti culturali, ambientali ed enogastronomici, interessando siti e luoghi pieni di fascino, a cominciare dalla Laguna dello Stagnone con saline e mulini. I teatri, poi, ospiteranno grandi nomi quali Vecchioni, Argentero, Lidia Schillaci… Ma il momento clou sarà sicuramente l'apertura del nuovo Museo del Vino che, oltre a riaffermare la cultura enologica di Marsala, rappresenterà un polo attrattivo all'avanguardia nel panorama entusiastico regionale e nazionale”. Presente anche il consigliere comunale Gaspare Di Girolamo, prima di chiudere la conferenza e invitare alla degustazione di prodotti tipici, il sindaco Grillo ha pure accennato al lavoro in sinergia che si sta sviluppando con i comuni di Erice e Assisi sul tema Pace e Solidarietà, nonché con le Isole Egadi “a pochissime miglia da Marsala e con legami storici che rimandano alle antiche tonnare e al percorso dei Florio, suscitando emozioni che si possono vivere nel corso del viaggio in questo versante occidentale della Sicilia”. La Borsa Internazionale del Turismo si concluderà domani.

0
142