“Proteste all’IISS R. D’Altavilla di Mazara del Vallo per la mancanza di fondi scolastici e disagi legati all’orario dei riscaldamenti e alla chiusura del bar della scuola”

Gli studenti dell'IISS R. D'Altavilla di Mazara del Vallo sono scesi in protesta per la mancanza dei fondi scolastici e i disagi che ne derivano. Se l'anno scorso il problema era legato ai riscaldamenti, quest'anno la questione è diversa. Nonostante i termosifoni vengano accesi, l'orario di accensione e spegnimento non soddisfa le esigenze degli studenti. Vengono accesi troppo tardi e spenti troppo presto, provocando notevoli disagi nelle fredde giornate invernali. Inoltre, il bar della scuola, solitamente a disposizione degli studenti per acquistare beni primari come bottiglie d'acqua, è chiuso a causa di problemi legati all'appalto. Sia docenti che alunni si lamentano della situazione, in particolare per l'impossibilità di avere accesso a una semplice bottiglietta d'acqua. È stata presentata la richiesta di istallazione di distributori, ma è stata negata. "Il nostro istituto è vincolato a rispettare gli orari di accensione e spegnimento dei riscaldamenti per ragioni economiche", affermano i rappresentanti degli studenti. "Per quanto riguarda il bar, protestiamo perché abbiamo il diritto di usufruire di beni primari, soprattutto considerando che in alcuni giorni della settimana rimaniamo a scuola fino alle 14 o alle 16". Il Libero Consorzio, in risposta alle proteste, sostiene di inviare fondi agli istituti scolastici, ma ciò non sembra corrispondere alla realtà secondo quanto affermato dalla scuola, che nega di ricevere tutte queste risorse finanziarie. La questione rimane ancora irrisolta e gli studenti continuano a manifestare per garantire un ambiente scolastico adeguato e dignitoso.

0
157