“Coinvolgimento dei figli dell’autista di Messina Denaro: Arrestati i fratelli Luppino per favoreggiamento alla mafia”

Dopo l'arresto dei Bonafede, oggi tocca ai Luppino. Antonino e Vincenzo Luppino, figli dell'autista di Matteo Messina Denaro, sono stati arrestati in quanto sospettati di essere stati al servizio del boss mafioso. I Carabinieri del ROS e del Comando Provinciale di Trapani, insieme ai poliziotti del Servizio Centrale Operativo, hanno eseguito un'ordinanza di custodia cautelare in carcere, emessa dal Gip presso il Tribunale di Palermo su richiesta della Direzione Distrettuale Antimafia. I due fratelli sono accusati di favoreggiamento e procurata inosservanza di pena, reati aggravati dall'aver favorito l'associazione mafiosa Cosa Nostra. Antonino e Vincenzo Luppino sono i figli di Giovanni Luppino, l'imprenditore di Campobello di Mazara che faceva da autista a Messina Denaro e che fu arrestato insieme al boss l'anno scorso. Le indagini, condotte con l'obiettivo di rintracciare le persone che avevano sostenuto la latitanza di Messina Denaro, hanno raccolto prove che indicano come i due indagati, insieme al padre, abbiano contribuito al mantenimento del capo mafia fornendogli assistenza durante la latitanza e partecipando al sistema di comunicazioni riservate attivato in suo favore. Le indagini hanno svelato che Messina Denaro versava regolarmente somme di denaro a Giovanni Luppino e ai suoi figli, Vincenzo e Antonino. I fratelli, noti come Mustusi nel loro paese, ricevevano anche pagamenti per le spese relative a fiori, cene e pranzi nelle occasioni di compleanni dei figli di Messina Denaro. Questi elementi dimostrano la stretta relazione tra l'ex boss e i Luppino. È stato Vincenzo Luppino, infatti, a organizzare il trasloco di Messina Denaro nel suo ultimo nascondiglio nel giugno 2022. Il proprietario della ditta di traslochi incaricata ha riferito agli investigatori di essere stato contattato dal capomafia stesso per organizzare il trasloco dei mobili. Vincenzo Luppino è stato coinvolto nelle operazioni e ha spostato e custodito la vecchia cucina di Messina Denaro nel suo garage. Durante le indagini sono stati visionati diversi filmati e telecamere a Castelevetrano. In uno di questi filmati, del dicembre 2022, si vede Messina Denaro seguito da un furgone guidato da Giovanni Luppino, padre di Vincenzo e Antonino. Il boss transitava sotto le case della sua ex compagna e delle sue sorelle, presumibilmente con l'intento di rivederle, anche solo a distanza. La scorta fornita dai Luppino era una sorta di staffetta per il latitante, che doveva passare in luoghi sotto stretto controllo delle forze dell'ordine. Le prove raccolte corroborano l'accusa contro i fratelli Luppino, che devono ora affrontare le conseguenze delle loro azioni.

0
570